FATTURA ELETTRONICA

 

NORME E TRIBUTI29 OTTOBRE 2018 Il Sole 24 Ore lunedì
la semplificazione
Stop al protocollo per chi riceve
Il documento che entra nello SdI è già identificato in modo univoco
È cancellato l’obbligo di inserire nella fattura passiva ricevuta il numero di protocollo progressivo. 
L’adempimento dell’integrazione in fattura del numero di protocollo attribuito tramite l’annotazione del documento nel registro delle fatture d’acquisto è stato cancellato perché la fattura elettronica, al momento in cui entra nel sistema di interscambio dell’agenzia delle Entrate, è identificata in modo univoco dal sistema e le viene attribuito un numero identificativo. 
La relazione all’articolo 13 del Dl 119/2018 specifica però che solo per le fatture elettroniche inviate tramite il sistema d’interscambio, il numero di protocollo apposto sulla fattura elettronica soddisfa automaticamente l’adempimento.
Da ciò si evince che il contribuente deve, almeno per le fatture ricevute su carta, mantenere evidenza della loro progressione. Questo risultato si può ottenere continuando in modo tradizionale ad annotare il numero progressivo riportato nel registro degli acquisti ovvero annotando nel registro degli acquisti un dato univoco già contenuto nella fattura. o ancora creando un protocollo che, basandosi su una rigida procedura, mette in collegamento diretto la fattura e il numero progressivo di registrazione.